top of page
Search
  • clarap90

Exuma, the Bahamas, on the road: Tra iguane, maiali e gomme bucate.

Updated: Dec 22, 2021

Tutto ha inizio un giorno di Settembre 2018, ricordo stavo sorseggiando la mia tazza di caffè in terrazza, in un'appartamento di sconosciuti a Brickell, Miami... (si poi in un'altro post vi racconto anche questo). Durante una videochiamata con i miei genitori mi dissero che visto che ero in Florida e avrei passato il mio compleanno lontano da casa (di nuovo), quale migliore regalo di visitare le Bahamas? first reaction SHOCK!

Exuma è stata l'isola prescelta. Un'isola d'elite, e poco turistica. Così il giorno della partenza presi il mio bagaglio a mano direzione aeroporto! Fortunatamente il volo dura 50 minuti scarsi su un'aereo in cui facevo fatica a stare in piedi da quanto era piccolo e stretto. Già dall'alto potevo ammirare i colori, le sfumature del blu dell'oceano unite al verde della vegetazione.

L'aeroporto di Exuma è semplicemente un edificio di una stanza dove una persona ti controlla il passaporto, una ti scarica la valigia e una te la fa aprire chiedendoti se trasporti merce illegale, e ovviamente niente metal detector.

Molto esilarante.

All'arrivo Marie mi stava aspettando nella sua ford anni '90, per accomapagnarmi alla mia temporanea casa: un b&b a nord dell'isola, esattamente a Rolleville. Esistono pochissimi hotel sull'isola e i prezzi sono molto elevati, pertanto la soluzione è affittare una camera o un'appartamento sulla spiaggia, dove molto spesso sono americani in pensione che hanno adibito la casa vacanze, in b&b.

Mary, la proprietaria del b&b, mi accolse con calore. La mia era situata fronte mare, al 2 piano dello stabile, con balcone, due letti matrimoniali, il bagno e dei piccoli elettrodomestici.

Prima cosa fatta una volta arrivata andai a vedere il mare...mentre fissavo l'orizzonte e quei colori meravigliosi, uno ragazzo locale, mi fece notare il chiosco sotto casa; quale idea migliore: io, una birra e il mare.

Era tutto cosi tranquillo, silezioso, calmo.

Non avevo pensieri, mi sentivo leggera, appagata, soddisfatta del mio percorso fino a quel giorno. Nonostante la mia esperienza di vita a Dubai era terminata da poco (Si, anche questo ve lo racconto tranquilli) sapevo che lasciarmi Dubai, e la vita di sacrifici fatta, alle spalle era stata la scelta giusta. Era giunta l'ora di un nuovo inizio.


L'indomani presi la mia macchinina noleggiata per la settimana, la mia mappa cartacea non avendo a disposizione il 4G e mi misi per strada. Inutile dire che guidare seduti a destra sulla corsia di sinistra è stato parecchio strano...molto titubante sulle rotonde all'inizio e purtroppo ho imboccato molte strade a senso opposto, con scalpore della gente locale che gesticolava di fermarmi...io ignara non capendo proseguivo.

Un'isola quasi deserta, ok era Ottobre e totalmente fuori stagione, ma mi sentivo l'unica straniera alla scoperta dell'isola. Qui la gente è molto disponibile, amichevole, socievole, altruista. Parli con tutti e tutti si conoscono, bhe certo in 1 h scarsa hai percorso l'isola da nord a sud. Ma parliamo della bellezza dell'isola: la mia prima scoperta è stata l'isola di Stockin Island, con un taxi acquatico da George Town, §15 a/r puoi concordare un'ora con il driver per farti venire a prendere; in meno di 15 min vieni catapultato su questa isoletta dove un grazioso chiringuito molto famoso nelle Bahamas chiamato Chat'n'Chill...offre i miglior cocktail accompagnati da piacevole musica reggae. Quel giorno sono arrivata sull'isola alle 11del mattino ed ero l'unica persona a godermi quella meraviglia di spiaggia. Era giunta l'ora di un cocktail!

Exuma è poco conosciuta ma senza ombra di dubbio avrete sentito parlare di Pig Island, quante volte avrete visto su Instagram foto di questi maiali che nuotano in acque cristalline e vi sarete chiesti..ma perchè? ecco mi sono posta la stessa domanda a cui ad oggi non so dare una risposta. Le visite su Pig island vengono sempre fatte accompagnati da un tour; io mi sono appoggiata a Coast Line Adventure per la mia escursione Full Day, il pacchetto (€200,00 cc) con pick up e drop off dalla location di alloggio, garantiva un'esperienza unica che solo a Exuma puoi vivere...e devo dire che così è stata: iniziando dal nuotare in acque cristalline con le tartarughe ad esplorare le grotte e le sue bellezze, da nuotare con gli squali allo stupore nel vedere i maiali sulle spiaggie caraibiche, dal godersi un'insalata di conch (Il conch salad, tipico della cucina delle Bahamas è una squisita e fresca insalata a base di conch, un mollusco dalle carni succulenti simile allo strombo che vive nei fondali sabbiosi dei Caraibi) sdraiati su una lingua di sabbia in mezzo all'oceano a visitare l'isola delle iguane; il tutto accompagnato da una fantastica compagnia a bordo di persone provenienti da diversi paesi, tanto divertimento, tante risate e tanti (illimitati) Bahama Mama ( NB. crea dipendenza vi lascio il link della ricetta qui).

Conclusa la giornta io e altri 4 ragazzi conosciuti quel giorno decidiamo di darci appuntamento il giovedi per andare tutti insieme ad esplorare le diverse spiaggie dell'isola.

FUN FACT: Purtoppo la strada a Exuma NON è delle migliori...per tutto il tempo ho sempre avuto il terrore di bucare una gomma e di rimanere in balia del mio destino... non feci in tempo a salire in macchina per andare a prendere i ragazzi al loro hotel che la mia micra sprofondò in una buca. Quello che non vorresti mai che accadesse: bucare una gomma in un paese straniero, su una strada in mezzo alla vegetazione in cui non vi è traffico, da sola, con il telefono ma senza linea per poter chiamare qualcuno. In balia degli eventi scesi dalla macchina e inziai a camminare nella speranza di trovare una casa e qualcuno che potesse aiutarmi.

Credo qualcuno abbia guardato giù quell'istante perchè pochi metri piu avanti un ragazzo stava riparando il garage della sua abitazione, cosi non esitai.

Un ruotino non mi avrebbe fermato! La giornata era appena iniziata!

da Nord a Sud. Ovviamente tappa fondamentale di Exuma è la spiaggia del tropico del capricorno e per pranzo, obbligo assaggiare le prelibatezze da Santana (molto famoso per aver ospitato durante le riprese di Pirati dei Caraibi, Jhonny Deep e gli altri attori del cast).

AH ho bucato anche il ruotino nel tornare verso casa.......


Questo viaggio è stato un toccasana per il mio spirito. Oltre che un regalo di compleanno fantastico.

Viaggiare soli è sempre emozionante, amo vivere le avventure cosi come vengono.

Questo è il vero significato dietro il viaggio.

Vivere il caso.


26 views0 comments

Recent Posts

See All

Comments


Post: Blog2_Post
bottom of page